Capodanno da Orma Bruna

Orma Bruna festeggia il 2020 con un esclusivo menu di Capodanno

Il ristorante di cucina abruzzese e marchigiana propone la tradizione regionale anche la sera del 31 dicembre: l’autentico e il contemporaneo nei piatti dello chef Achille Esposito 


Martedì 31 dicembre 2019, Orma Bruna attenderà la mezzanotte insieme ai suoi ospiti, nell'atmosfera accogliente e calda del ristorante, con una speciale degustazione che alterna proposte di terra e di mare lasciando ampio spazio a prodotti ricercati a presidio Slow Food e materie prime regionali in arrivo da piccoli produttori marchigiani e abruzzesi.

 

Fuochi d’artificio tra consistenze e interscambi di sapori accuratamente studiati dallo chef Achille Esposito, giovane talento in cucina, sorprenderanno i commensali per la capacità di rispettare l’autenticità delle ricette, ripensate in chiave contemporanea. La sua visione della tradizione culinaria abruzzese e marchigiana, leggera alla vista e intensa al gusto, mantiene salda la sua personale impronta anche per festeggiare il 2020.

 

Un percorso di diverse portate e un crescendo di sapori che si conclude con ciò che a Capodanno ci si aspetta di trovare a tavola: le Lenticchie di Santo Stefano di Sessanio e il Cotechino saranno i protagonisti allo scoccare della mezzanotte del 1 gennaio 2020, accompagnati da una flûte di bollicine per brindare all’anno nuovo. Per iniziare, giocosi Tacos di coratella alla romana e un Astice Blu cotto a bassa temperatura e poi scottato insieme a spinaci, servito con lamelle di tartufo nero e salsa bernese, anticipano primi piatti come lo Spaghett’oro “Verrigni” –pastificio abruzzese- con beurre blanc, gambero rosso a crudo, liquirizia e scaglie di mandorle. Il Risotto alla zucca, poi, ha tra i suoi ingredienti principali il Ciauscolo, un salame a pasta morbida marchigiano di cui lo chef Achille Esposito ripensa la consistenza, presentandolo sottoforma di spuma. Un lingotto di Stracotto di agnello brasato e tempestato di pinoli croccanti, servito con salsa di scarola ripassata, polvere di capperi e olive chiuderà il cerchio delle portate principali.

 

Tra i dolci, Orma Bruna propone un’alternativa al classico panettone milanese: il Parrozzo che ne ricorda le forme tonde e gentili. Si tratta di un tipico dolce natalizio del pescarese, ricoperto di cioccolato fondente e aromatizzato alle mandorle, servito con una spuma al mascarpone. La tradizione qui si esprime al suo massimo, sebbene l’intero menu di Capodanno rappresenti un invito a lasciarsi andare al dinamismo di sapori autentici, presentati in veste nuova e accostati a materie prime che ne valorizzano l’identità.

 

Anche a Capodanno, il ristorante Orma Bruna resta coerente con la sua filosofia di mantenere saldo il legame con il territorio di Marche e Abruzzo. Chi lo vorrà, avrà a disposizione l’ultimo giorno del 2019 per scoprire ciò che rende le due regioni speciali nelle loro tradizioni e allo stesso tempo scoprire la visione innovativa di Achille Esposito.

Di seguito la degustazione completa:

   

31 Dicembre 2019

Il Capodanno di Orma Bruna

 

Per iniziare

Tacos di coratella alla romana

Il pomodoro che non c’è

Bignè di baccalà mantecato e liquirizia

 

 

Astice blu, spinaci, salsa bernese e tartufo marchigiano

 

Tartare di manzo, midollo, puntarelle e chutney di cachi

 

Spaghett’oro “Verrigni”, beurre blanc, gambero rosso,

liquirizia e mandorla salata

 

Risotto, zucca, spuma di ciauscolo e tarallo napoletano 

 

Stracotto di agnello, scarola, capperi e olive

 

Parrozzo e spuma di mascarpone

 

Piccola pasticceria

e caffè

 

 

A mezzanotte

Lenticchie di Santo Stefano di Sessanio,

cotechino e bollicine

 

90 € p.p bevande escluse

Acqua, pane e coperto inclusi

Questo sito utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione. Informazioni